Gli europei ne hanno avuto abbastanza

Riporto, non solo tradotto ma anche ripulito dallo slang ed emendato da note non riferite alla situazione peninsulare, un articolo fresco di pubblicazione sul portale statunitense Mail.com e redatto dal corrispondente romano di Associated Press.
Mi sono limitato a tradurre il più fedelmente possibile, anche passaggi che non mi trovano assolutamente d’accordo. Tra questi l’accenno alla criminalità organizzata napoletana infiltratasi tra i manifestanti per fomentare violenze e disordini, oltre a quella che considero la più truffaldina delle menzogne riferita all’aumento esponenziale dei contagi.
Buona lettura.«Si profilano nuove proteste perché gli europei sono stanchi delle restrizioni a causa del virus
In chiusura di una giornata di pubblico sfogo della rabbia contro le misure di lotta contro i virus, come la chiusura serale di ristoranti e bar e la chiusura di palestre e teatri, martedì sera, nel centro di Roma, i manifestanti hanno incendiato i cassonetti della spazzatura e la polizia ha risposto con gli idranti.
Non è che un segno del crescente malcontento che sta montando in tutta Europa per le rinnovate restrizioni sul coronavirus.
Persino le televisioni di stato non hanno potuto nascondere la notizia: pedoni e automobilisti romani che tornavano a casa dal lavoro sono stati colti di sorpresa quando manifestanti, alcuni dei quali incappucciati e membri di un gruppo politico di estrema destra, hanno dato fuoco ai cassonetti della spazzatura in Piazza del Popolo, ribaltato motorini e ciclomotori parcheggiati e lanciato bombe fumogene. I furgoni della polizia hanno scatenato torrenti d’acqua per disperderli.
È stata la quinta notte consecutiva di violente proteste in Italia, a seguito dei recenti coprifuoco notturni locali nelle metropoli, tra cui Napoli, Roma e Milano, dove la proteste di lunedì sera hanno assunto caratteristiche particolarmente violente, comportando l’arresto di 28 persone. Anche a Torino si contano 11 sono stati arrestati, inclusi due (fonti della questura torinese confermano trattarsi di due egiziani già noti al casellario – Nota mia) che, sfondata la vetrina di una boutique Gucci, hanno spogliato un manichino dei suoi pantaloni giallo limone.
In tutta Europa fervono iniziative per contrastare una recrudescenza del virus prima che gli ospedali vengano di nuovo sopraffatti … omissis … tuttavia i governi stanno incontrando sempre meno persone disposte ad accettare le nuove restrizioni nonostante gli oltre 250mila morti confermati nel Continente a causa della pandemia, che la scorsa settimana, secondo quanto dichiarato dall’organizzazione mondiale della sanità, avrebbe registrato un aumento mondiale del 46% di nuove infezioni.
Per alleviare parte dei problemi finanziari causati alle imprese dalle ultime restrizioni, il gabinetto del premier italiano Giuseppe Conte ha approvato 5 miliardi di euro (5,8 miliardi di dollari) di aiuti economici.
Le misure includevano l’estensione delle indennità di disoccupazione per i lavoratori sindacalizzati fino a sei settimane, aiuti finanziari per ristoranti, caffè, hotel, palestre e gelaterie, tassisti e altri settori già duramente colpiti dal blocco all’inizio di quest’anno e ora vacillanti sotto le nuove restrizioni, con molte aziende a rischio di chiusura.
Sono stati stanziati anche 1.000 euro una tantum per liberi professionisti del settore dello spettacolo, martellati dalla chiusura di cinema e teatri che dura da almeno un mese. Conte ha detto che l’alternativa era un altro blocco nazionale per evitare di travolgere il servizio sanitario nazionale, poiché il paese avrebbe registrato oltre 22mila contagi dal giorno precedente.
Con l’obiettivo di evitare il blocco, “abbiamo cercato di mettere insieme una serie di misure con precisione chirurgica con la consapevolezza che avrebbero avuto un impatto negativo”, ha detto Conte.
Martedì una dozzina di ristoratori hanno protestato davanti al municipio di Milano mentre alcuni venditori ambulanti hanno sventolato striscioni presso la sede regionale della Lombardia.
“Nessuno ha pensato a noi”, ha detto Giacomo Errico, presidente lombardo di FIVA Commercio in rappresentanza di 6.000 venditori ambulanti, sui 40.000 a livello nazionale disoccupati da febbraio.
Unitamente con le proteste pacifiche organizzate in tutto il paese, si segnalano quelle notturne, particolarmente violente e culminate in atti di vandalismo, saccheggi e scontri con la polizia.
Il procuratore nazionale italiano per il terrorismo e la criminalità organizzata, Federico Cafiero de Raho, martedì ha detto che i sovversivi si sono infiltrati nelle proteste pacifiche nel paese includevano sia sostenitori dell’estrema destra sia anarchici dell’estrema sinistra.
Gli investigatori hanno anche valutato la possibilità che i gruppi napoletani della criminalità organizzata abbiano innescato la violenza in una protesta pacifica.»
Fonti: https://www.mail.com/int/scitech/health/10278300-protests-loom-europeans-tire-virus-restrictions.html#.1258-stage-hero1-1 ripreso da http://apnews.com/VirusOutbreak e https://apnews.com/UnderstandingtheOutbreak.

Traduzione e adattamento: Alberto Cazzoli Steiner