Se questo è un uomo

Oggi, 6 febbraio, anno dei dissennatori 2021, non in una città tedesca durante il Nazionalsocialismo bensì ad Orvieto detta Porchettaland.Lungo corso Cavour, la via principale, all’altezza del teatro Mancinelli, verso le ore 11:20 antimeridiane, una coppia molto anziana che procede lenta e silenziosa si ferma e, se lei si guarda intorno con aria impaurita, lui appare letteralmente terrorizzato: deve soffiarsi il naso, e fingendo patetici tentativi di fare altro procede curvo, nascondendosi, fingendo di non esistere nella speranza di non essere notato dai passanti.
Lo confesso, ho perso le staffe: ho urlato alle amebe in transito di osservare quel pover uomo, il suo dolore, la sua paura, esattamente come nel ghetto di Varsavia, per colpa vostra bastardi figli di puttana mascherinati che fingete di non sentire. Siete voi i nazisti, maiali schiavi ignoranti.
Risultato? Non mi ha, letteralmente, cagato nessuno.

ACS